[…] Il commercio elettronico presenta problematiche legali assolutamente peculiari che hanno costretto il giurista ad un'opera interpretativa volta a ricondurre le dinamiche proprie dell'e-commerce entro gli antichi schemi del nostro ordinamento giuridico inducendo, al tempo stesso, il legislatore ad un'intensa attività normativa resasi necessaria per disciplinare in modo organico tale "mondo parallelo". Il testo, infatti, analizza la normativa applicabile al contratto telematico mettendo in evidenza come ogni sua singola fase di conclusione sia in realtà puntualmente disciplinata dalla normativa vigente soprattutto a seguito della recente ed intensa attività normativa del legislatore nazionale che ha dato alla luce, tra gli altri, il fondamentale D.P.R. n. 445/2000, che ha attribuito rilevanza giuridica al contratto telematico, ed il recentissimo D.Lgs. n. 70/2003 con il quale è stata recepita in Italia la direttiva 31/2000/CE sul commercio elettronico […]

da ICT Security del 01/11/03


[…] Questo pratico volume adotta un approccio discorsivo didattico che agevola l’avvicinamento a una tematica che non è solo di ordine giuridico ma interessa anche considerazioni di tipo tecnico – informatico. In esso si dà particolare risaltai problemi più spiccatamente di attualità e ai profili strettamente applicativi, offrendo una panoramica di questo spazio virtuale non a tutti nota. Vengono trattate le teorie dottrinali specifiche, riservando comunque un ruolo alla giurisprudenza sia di legittimità che di merito. Quest’opera, quindi, intende esaminare che cosa accade al contratto una volta che è stato stipulato e, addirittura, anche eseguito in rete. Il contratto,stipulato nello spazio virtuale di Internet, il cosiddetto contratto telematico, è stato analizzato ovviamente anche tramite l’utilizzo di alcuni antichi elementi, quali:la volontà, l’accordo, la forma e così via. Questo approccio tradizionale, che nel campo specifico può rivelare di avere dei limiti, ha l’indubbio pregio di utilizzare categorie giuridiche già note a tutti […]

da Italia Oggi del 30/10/03


[…] Il commercio elettronico presenta problematiche legali assolutamente peculiari che hanno costretto il giurista ad un'opera interpretativa volta a ricondurre le dinamiche proprie dell'e-commerce entro gli antichi schemi del nostro ordinamento giuridico inducendo, al tempo stesso, il legislatore ad un'intensa attività normativa resasi necessaria per disciplinare in modo organico tale "mondo parallelo". La transnazionalità tipica delle contrattazioni telematiche, la non facile identificabilità della controparte contrattuale, l'incognita circa la normativa applicabile e la difficoltà di determinare a priori il giudice competente a dirimere l'eventuale controversia hanno, infatti, fatto insorgere nell'opinione pubblica la convinzione che la rete sia una sorta di Far West ove tutto è lecito e possibile. Nulla è più errato. Il testo, infatti, analizza la normativa applicabile al contratto telematico mettendo in evidenza come ogni sua singola fase di conclusione sia in realtà puntualmente disciplinata dalla normativa vigente sopratutto a seguito della recente ed intensa attività normativa del legislatore nazionale che ha dato alla luce, tra gli altri, il fondamentale D.P.R. n.445/2000, che ha attribuito rilevanza giuridica al contratto telematico, ed il recentissimo D.Lgs. n.70/2003 con il quale è stata recepita in Italia la direttiva 31/2000/CE sul commercio elettronico […]

da la tribuna.net del 23/10/03


[…] La transnazionalità delle contrattazioni telematiche, la non facile identificabilità della controparte contrattuale, l’incognita circa la normativa applicabile e la difficoltà di determinare a priori il giudice competente a dirimere l’eventuale controversia hanno fatto sorgere nell’opinione pubblica la convinzione che la rete sia una sorta di Far West ove tutto è lecito e possibile. Il testo analizza la normativa applicabile al contratto telematico alla luce della recente ed intensa attività normativa del legislatore nazionale […]

da Il Mondo Giudiziario del 15/09/03


[…] La transnazionalità delle contrattazioni telematiche, la non facile identificabilità della controparte contrattuale, l’incognita circa la normativa applicabile e la difficoltà di determinare a priori il giudice competente a dirimere l’eventuale controversia hanno fatto sorgere nell’opinione pubblica la convinzione che la rete sia una sorta di Far West ove tutto è lecito e possibile. Il testo analizza la normativa applicabile al contratto telematico alla luce della recente ed intensa attività normativa del legislatore nazionale […]

da Il Mondo Giudiziario del 15/09/03


[…] Il testo analizza la normativa applicabile al contratto telematico mettendo in evidenza come ogni sua singola fase di conclusione sia in realtà puntualmente disciplinata dalla normativa vigente soprattutto a seguito della recente ed intensa attività normativa del legislatore nazionale che ha dato luce, tra gli altri, al fondamentale D.P.R. n. 445/2000, che ha attribuito rilevanza giuridica al contratto telematico, ed il recentissimo D. Lgs. n. 70/2003 con il quale è stata recepita in Italia la direttiva 31/2000/Ce sul commercio elettronico […]

da Fullpress del 01/09/03


[…] Il contratto telematico scritto da Stefano Cerutti, avvocato esperto di diritto di Internet e delle nuove tecnologie, analizza in maniera approfondita la normativa applicabile al contratto on-line, enfatizzando come, a differenza di molte altre aree legate ad Internet, ogni singola fase di conclusione dello stesso sia puntualmente disciplinata dalla normativa vigente, grazie soprattutto alla recente e intensa attività normativa del nostro legislatore [...]

da Italia Oggi del 14/08/03


[…] Il volume approfondisce gli aspetti del contratto telematico, trasponendo nella realtà informatica le norme civilistiche e quelle, più recenti, espressamente emanate per disciplinare gli aspetti contrattuali della Rete come la direttiva 2000/31/CE […]

da CRN Computer Reseller News del 05/05/03